Forlì, Nervegna (Pdl): "Condivido le proposte dei commercianti"

Forlì, Nervegna (Pdl): "Condivido le proposte dei commercianti"

FORLI' - Aperitivo elettorale  - presso Tinto-Caffè in Piazza del Carmine a Forlì - con il candidato al consiglio regionale del Pdl alle elezioni regionali Antonio Nervegna ed i commercianti del centro storico, presenti gli esercenti di corso Mazzini, via dei Filergiti, via Regnoli ed i proprietari dei negozi delle principali via del quadrilatero di piazza Saffi. I commercianti, spiega una nota del candidato, "hanno rinnovato  la richiesta  di combattere il degrado,  sostenere la  riduzione delle tariffe dei parcheggi,  avviare la modifica del piano di mobilità eliminando delle zone a traffico limitato e sostenere la cancellazione degli ‘stop settimanali al traffico'".


"Tutte proposte che condivido e che caldeggio da anni - ha dichiarato Nervegna -, ma le giunte comunali di sinistra, a Forlì , come a Cesena, non sono sensibili a questi argomenti. Le chiusure al traffico del giovedì , per esempio, non hanno prodotto alcun risultato se non mettere in ginocchio le piccole attività, favorendo la grande distribuzione al di fuori dei centri urbani. Certo, fermare il traffico la domenica significa migliorare la qualità della vita per coloro che vogliono godere di un ritrovato momento di socialità, ma non è la soluzione all'inquinamento. Servono azioni più strutturate come realizzare parcheggi sotterranei in piazza Saffi, XX settembre o piazza del Carmine, utili a quel centro commerciale naturale che è il centro storico".

 

Sulla lotta al degrado urbano e la richiesta di più controllo degli immigrati clandestini che sostano spesso importunando i clienti a ridosso delle attività, Nervegna ha ricordato di aver presentato ripetute interpellanze: "Ho indicato all'amministrazione comunale il problema dello spaccio di droga nelle stradine laterali di via Regnoli, in corso Mazzini e persino nello spiazzo sotto la torre civica, abbiamo lanciato la denuncia della scarsa igiene dei portici di piazza Saffi , ripuliti da Hera due o tre volte l'anno! Sono situazioni che non aiutano certo il commercio!".


Nervegna ha ricordato ai commercianti di essersi attivato con il Comune: "per ottenere lo stop alla costruzione di nuove case popolari nel centro storico (in via Girolimini al mercato ortofrutticolo e  in piazza del Carmine angolo via Fratti) perchè sarebbero aumentate le situazioni di disagio urbano a causa dell'afflusso di nuovi immigrati regolari e non con la conseguente riduzione della superficie dei parcheggi che già sono carenti: anche a Forlì  è necessario costruirli  sotterranei, come a Vienna. Ma la sinistra di internazionalizzarsi non ci pensa nemmeno".


I commercianti del centro storico di Forlì, spiega la nota, "hanno dato atto a Nervegna di essersi impegnato  in tutti questi anni al loro fianco evidenziando l'assenza di altri candidati sulle tematiche più spinose, un piccolo applauso è scattato dalla piccola platea degli esercenti riuniti all'interno del Tinto-Caffè quando Nervegna  citando Fantozzi ha bocciato come una  "boiata pazzesca" la proposta del Comune di multare  i titolari dei negozi che non tengono lucidate a specchio le vetrine".     

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di DanieleB
    DanieleB

    Quindi si evince da quanto dice il sig. Nervegna che per parafrasare Fantozzi, l'eco-pass a Milano o il speudo sirio di Verona sono delle BOIATE PAZZESCHE. Mi aspetto che alla prima occasione in cui incontrerà la Sig.ra Moratti (del suo partito) oppure il Sig. Tosi (suo alleato poilitico) glielo faccia notare, diversamente dovremmo credere che la sua sia solo una mera propaganda politica per arraffarsi 1 o 2 voti in più. E come dice Dipietro a pensar male ci si azzecca sempre!!!

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -