Frattini: ''Privacy del premier violata. Possibile ricorso a Strasburgo''

Frattini: ''Privacy del premier violata. Possibile ricorso a Strasburgo''

Frattini: ''Privacy del premier violata. Possibile ricorso a Strasburgo''

ROMA - Il governo potrebbe decidere di presentare un esposto alla Corte europea dei diritti dell'uomo denunciando la presunta violazione della privacy del premier Silvio Berlusconi da parte dei magistrati della Procura di Milano che indagano sul cosiddetto ‘caso Ruby'. E' quanto ha spiegato il ministro degli Esteri Franco Frattini, ricordando che "c'è una giurisprudenza molto ricca in materia". Berlusconi mercoledì ha espresso la volta di far causa allo Stato.

 

Una causa che, ha precisato il titolare della Farnesina, non sarebbe "un rimedio straordinario" in quanto "quando un cittadino si sente danneggiato ha diritto a rivolgersi al giudice competente per ottenere tutela". Frattini ha chiarito che nelle vicende che vedono coinvolto Berlusconi, "c'è una violazione della privacy che può essere portata non solo davanti a un tribunale italiano, ma credo anche dinanzi alla Corte europea dei diritti dell'uomo di Strasburgo".

 

Nel frattempo il capogruppo Pdl alla Camera Fabrizio Cicchitto ha annunciato una retromarcia del governo su un possibile decreto relativo alle intercettazioni. "Non mi risulta che ci sia alcuna iniziativa per un decreto e tanto meno da presentare al Presidente della Repubblica - ha affermato Cicchitto -. Casomai, come ha ricordato l'onorevole Leone c'è un disegno di legge che è in stato avanzato dei lavori parlamentari".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -