Georgia, Medvedev assicura: ''Ritiro truppe da lunedì''

Georgia, Medvedev assicura: ''Ritiro truppe da lunedì''

Georgia, Medvedev assicura: ''Ritiro truppe da lunedì''

E' stato rimandato a lunedì il ritiro delle truppe russe dal territorio georgiano. E' quanto ha assicurato il presidente Dimitri Medvedev nel corso di un colloquio telefonico con Nicolas Sarzoky, presidente di turno dell'Ue. Il Ministero della Difesa, nel frattempo. ha reso noto che "la decisione verrà presa quando la situazione nella regione si sarà stabilizzata". Sarkozy ha fatto sapere che in caso contrario Mosca potrebbe andare incontro a "gravi conseguenze".

 

Kouchner: "Per invio forze di pace necessarie alcune settimane". Un contingente di pace internazionale potra' essere inviato in Georgia "al piu' presto" tra alcune settimane. Lo ha dichiarato il ministro degli Esteri francese, Bernard Kouchner, al giornale "Le Journal du Dimanche", sottolineando la necessita' che si raggiunga in tempi rapidi un accordo in proposito al Palazzo di Vetro.

 

Merkel: "Georgia ancora candidata ad ingresso nella Nato". La Georgia continua ad essere un candidato all'ingresso nella Nato. Lo ha affermato il cancelliere tedesco dopo il suo colloquio con il presidente georgiano Mikheil Saakashvili. "La Georgia sara', se lo desidera, un membro della Nato" ha detto la Merkel, sottolineando che la Germania non vede nessun motivo per revocare la decisione presa all'ultimo summit della Nato.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Flotta nucleare sul Baltico. In risposta alla realizzazione del sistema anti-missile americano in Europa, e nel mezzo della crisi con Washington per il conflitto con la Georgia, Mosca sta valutando l'invio di armi atomiche alla sua flotta nel mar Baltico. Lo ha rilevato il Times, sottolineando che e' la prima volta dalla fine della Guerra Fredda che Mosca prende in considerazione una mossa del genere. L'eventualità è stata duramente criticata dall'ambasciatore statunitense alla Nato, Kurt Volker.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -