Giamaica, 20enne sequestra aereo. Poi si arrende

Giamaica, 20enne sequestra aereo. Poi si arrende

MONTEGO BAY - Terrore nella notte tra domenica e lunedì nell'aeroporto di Montego Bay, in Giamaica. Un giovane giamaicano di 20 anni, ritenuto mentalmente handicappato, dopo aver eluso i controlli è riuscito a salire a bordo del volo 918 della CanJet, partito da Halifax (Canada) e diretto a Cuba con scalo a Montego Bay. All'interno vi erano 174 passeggeri canadesi ed otto membri dell'equipaggio. Il ragazzo ha poi esploso alcuni colpi d'arma da fuoco, poi ha rapinato i presenti.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Poi ha chiesto che l'aereo partisse per Cuba. Contemporaneamente le forze di sicurezza hanno circondato l'aereo, un Boeing 737-800. All'aeroporto è giunto in elicottero anche il primo ministro del paese, Bruce Golding, accompagnato dal padre del dirottatore. Il premier ed il papà hanno trattato con il ragazzo, riuscendo a convincerlo a rilasciare i passeggeri e due membri dell'equipaggio. Dopo alcune ore il 20enne ha alzato bandiera bianca.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -