Giustizia, Alfano: ''Fini approverà la mia riforma''

Giustizia, Alfano: ''Fini approverà la mia riforma''

Giustizia, Alfano: ''Fini approverà la mia riforma''

ROMA - La riforma costituzionale della giustizia "rappresenta con gli altri quattro punti programmatici la rotta e, al tempo stesso, la prova del fuoco per la coalizione". Ma il ministro della Giustizia, Angelino Alfano, si è detto "convinto", in un'intervista rilasciata al "Corriere della Sera", che "Fini e i suoi la voteranno e la riforma passerà". Il guardasigilli non ha fissato una data, facendo sapere che il governo non ha fretta.

 

Il provvedimento sarà approvato "entro il quinto consiglio dei ministri" di quelli indicati dal premier Silvio Berlusconi necessari ad portare avanti i cinque punti programmatici su cui ha chiesto la fiducia in Parlamento a settembre". "Dobbiamo scriverla bene - ha osservato Alfano - perché è l'unico punto del programma che tocca la Costituzione. Una settimana in più o in meno dopo quattordici anni non è un problema".

 

La riforma, ha garantito il Ministro, "non avrà alcun intento punitivo nei confronti della magistratura". Il governo, ha assicurato Alfano, non ha intenzione di modificare la legge sul legittimo impedimento a comparire alle udienze per il premier e i ministri, sotto la lente della Corte Costituzionale che dovrebbe pronunciarsi a dicembre.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -