Giustizia, Berlusconi: ''Riforma ostacolata da Fini"

Giustizia, Berlusconi: ''Riforma ostacolata da Fini"

Giustizia, Berlusconi: ''Riforma ostacolata da Fini"

La riforma della giustizia è necessaria perché "non è un caso se oggi la fiducia dei cittadini nella giustizia è a zero". E' quanto ha affermato il premier Silvio Berlusconi in un messaggio ai Promotori della libertà, puntando il dito contro "l'assenza di un processo affidabile e di durata ragionevole". La riforma, ha aggiunto, " andrà avanti in Parlamento anche attraverso dieci leggi di attuazione, che noi abbiamo già pronte, e porterà a cambiamenti epocali".

 

Berlusconi ad incolpare l'ex alleato Gianfranco Fini della mancata riforma della giustizia durante gli anni di governo. "Dal 1994 in poi nelle campagne elettorali ci siamo impegnati a rifondare la giustizia, ma i nostri sforzi sono stati  puntualmente vanificati perchè Fini e i suoi, giustizionalisti e statalisti, si sono messi sempre di traverso, in accordo con le correnti di sinistra della magistratura".

 

"Ora che non sono più con noi, anche se più limitata nei numeri, è più coesa e determinata e questo ci consentirà di portare in Parlamento una riforma costituzionale della giustizia assolutamente equilibrata e moderna", ha aggiunto.

 

Nel messaggio c'è spazio per un attacco alle opposizioni: "Nei prossimi giorni e nelle prossime settimane dovremo rispondere ai numerosi attacchi che la sinistra e le toghe rosse hanno già iniziato a rovesciarci addosso nel tentativo di ostacolare ed evitare questa riforma", ha detto il premier. Tuttavia Berlusconi si è detto disponibile a migliorare e integrare la riforma con contributi esterni alla maggioranza.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -