Giustizia, Berlusconi: ''Sono coraggioso e temerario''

Giustizia, Berlusconi: ''Sono coraggioso e temerario''

Giustizia, Berlusconi: ''Sono coraggioso e temerario''

ROMA - "Voglio dirlo con chiarezza, non c'è alcuna norma 'ad personam', salva Berlusconi. E' una riforma organica, in un sistema che ha mostrato molti difetti di funzionamento, così come ha più volte certificato anche l'Ue". Silvio Berlusconi è tornato a parlare della riforma della giustizia. Il premier prevede " un'offensiva intensissima da parte di tutti i magistrati di sinistra per far credere agli italiani che questa sia una riforma contro i giudici e a favore di Berlusconi".

 

Intervenendo telefonicamente ad una manifestazione del Pdl, a Torino, il presidente del Consiglio ha evidenziato che si tratta di "n testo equilibrato che toglie ogni alibi a chi, nell'opposizione, ha già, come al solito, pronunciato il no preventivo prima ancora di leggere questo testo". Il Cavaliere ha anche ribadito che la riforma della giustizia "non è una forzatura", ma un impegno ad adeguare l'Italia a quanto avviene in altre parti del mondo.

 

Berlusconi ha rilevato di esser stato consigliato a "non presentare adesso la riforma della giustizia perché altrimenti chissà cosa ti fanno. Io invece, avendo ritenuto di aver raggiunto una maggioranza in grado di farla, ho detto: non mi importa niente. Sono coraggioso e temerario, forse anche un po' eroico e matto, e ho detto: variamo subito questa importante riforma. E così abbiamo fatto nel Consiglio dei ministri straordinario di giovedì".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -