Giustizia, lo strappo dei finiani: ''Nuovi principi non condivisibili''

Giustizia, lo strappo dei finiani: ''Nuovi principi non condivisibili''

Giustizia, lo strappo dei finiani: ''Nuovi principi non condivisibili''

Sulla riforma della giustizia c'è lo strappo dei finiani. Futuro e libertà boccia alcune parti contenute nella bozza della riforma messa a punto dal ministro Angelino Alfano e annunciata dal premier, Silvio Berlusconi. La presidente della Commissione Giustizia della Camera, Giulia Bongiorno, la riunione tra Gianfranco Fini, i coordinatori regionali e i parlamentari di Fli, ha evidenziato che ci sono "nuovi principi, che entreranno in Costituzione, non condivisibili".

 

"Le nuove funzioni e la composizione a maggioranza laica del Csm - ha continuato Bongiorno -. I nuovi poteri conferiti al ministro della Giustizia; la nuova collocazione della polizia giudiziaria non più alle dirette dipendenze della magistratura". La deputata di Futuro e Libertà ha poi evidenziato che "ovviamente si tratta di bozze provvisorie".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -