Giustizia, nella bozza ridotto l'obbligo di azione penale

Giustizia, nella bozza ridotto l'obbligo di azione penale

Giustizia, nella bozza ridotto l'obbligo di azione penale

ROMA - Carriere separate di giudici e magistrati: i primi costituiscono un ''ordine autonomo e indipendente da ogni potere e sono soggetti soltanto alla legge'', i secondi sono invece un ''ufficio'' organizzato secondo le norme dell'ordinamento giudiziario che ''ne assicura l'indipendenza'', con l'obbligo di esercitare l'azione penale ma ''secondo le modalità stabilite dalla legge''. L'Ansa ha anticipato alcuni contenuti della bozza di riforma della giustizia.

 

Il ministro della Giustizia Alfano probabilmente illustrerà il testo mercoledì al presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. Nella bozza si prevede, tra l'altro, che i Csm siano divisi in due: uno dei giudici e uno dei magistrati. Il primo presieduto dal Capo dello Stato, l'altro probabilmente dal Pg della Cassazione. Per il ministro Umberto Bossi, che ha confermato il via libera della Lega, la riforma "passerà".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -