Golfo del Messico, un "siringone" per bloccare la marea nera. Primi risultati positivi

Golfo del Messico, un "siringone" per bloccare la marea nera. Primi risultati positivi

Golfo del Messico, un "siringone" per bloccare la marea nera. Primi risultati positivi

NEW ORLEANS - Arrivano i primi parziali risultati sulle operazioni di contenimento della fuoriuscita di petrolio nel Golfo di Messico. Le speranze di contenere la marea nera sono riposte nell'efficacia di un "siringone" con cui aspirare il petrolio per riportarlo in superficie. I tecnici della British Petroleum sono riusciti a pompare in superficie una piccola quantità di greggio e di gas naturale.Il petrolio è stato stoccato a bordo del Discoverer Entreprise.

 

Si tratta della nave foratrice, a 1.500 metri dal pozzo, sulla superficie del mare, mentre il gas è stato bruciato grazie al sistema che si trova a bordo. I responsabili delle operazioni hanno fatto sapere però che il test è stato temporaneamente interrotto quando la siringa è fuoruscita dal tubo. La Bp ha annunciato che tenterà anche di iniettare fanghi pesanti nella falla per bloccarla permanentemente entro 7-10 giorni. Il "siringone", secondo la Bp, sta funzionando egregiamente.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -