Governo battuto, i 'traditori'

Governo battuto, i 'traditori'

Nell’Unione gli indici sono puntati contro i due senatori dissidenti che hanno fatto mancare il sostegno alla politica estera del Governo, non votando assieme alla maggioranza, e contro i senatori a vita Giulio Andreotti e Sergio Pininfarina. Il loro voto contrario, infatti, è stato determinante per la caduta del Governo. Ad incidere sulla scelta di Andreotti, che fino a ieri aveva detto di votare a favore, potrebbe essere stata anche l’influenza del mondo cattolico, che non ha ben digerito il provvedimento dei ‘Dico’, con il quale il governo ha dato il via libera alle coppie di fatto.


Il governo è stato ‘tradito’ anche dall’assenza in aula di Oscar Luigi Scalfaro, costretto a restare a letto per colpa di una fastidiosa influenza. Tra i senatori a vita era sicura, da tempo, la contrarietà di Francesco Cossiga mentre era dato per scontato il via libera da parte di Carlo Azeglio Ciampi, Rita Levi Montalcini ed Emilio Colombo.


Ma i veri traditori del centrosinistra sono stati Ferdinando Rossi (Verdi-Comunisti italiani) e Franco Turigliatto (Rifondazione comunsita): entrambi hanno deciso di non prendere parte alla votazione. In particolare Turigliatto si è detto tranquillo: “Non ho nessun desiderio di un governo diverso da quello dell'Unione – ha chiarito - ma rivendico la possibilità di scegliere. Per 8 mesi non ho potuto farlo". Con estrema coerenza, poi, Turigliatto ha rassegnato le dimissioni da senatore.


Non ha fatto altrettanto invece Fernando Rossi, che però dice di sentirsi “la coscienza a posto” e che anche se i due esponenti avessero votato a favore il risultato sarebbe stato di parità e il governo sarebbe stato battuto ugualmente. Secondo Rossi a fare lo sgambetto sarebbe stata una “manovra” del senatore Andreotti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Beffarda, per l’Unione, la presenza del senatore a vita Sergio Pininfarina che non si vedeva a Palazzo Madama dai tempi della votazione della fiducia al governo Prodi.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -