Governo, Berlusconi: "Non ho comprato parlamentari"

Governo, Berlusconi: "Non ho comprato parlamentari"

Governo, Berlusconi: "Non ho comprato parlamentari"

ROMA - Sono ore delicate per il Governo Berlusconi. Il premier ha replicato alla Camera chiedendo la fiducia: "Una questione di franchezza: o un sì o un no". Alle 19 il momento decisivo, quello del voto. Alla notizia che sette centristi hanno deciso di appoggiare con la maggioranza, il Pd ha gridato alla corruzione. Ma Berlusconi non ha respinto seccamente: "Nessuna compravendita". Duro l'intervento di Antonio Di Pietro: è "uno stupratore della democrazia".

 

"È veramente paradossale che quando qualcuno dei parlamentari eletti nelle file del Pdl passa in altri partiti sia eticamente valido ed esteticamente plaudibile, e quando avviene il contrario si parli di calciomercato, è veramente una cosa inaccettabile e paradossale", ha evidenziato Berlusconi nel corso del suo intervento alla Camera. "In Udc c'è stata una scissione. Non c'è stata nessuna compravendita né calciomercato".

 

"Sono certo che all'interno della maggioranza nessuno verrà meno all'impegno d'onore preso con gli elettori", ha poi aggiunto il premier. In apertura d'intervento, il premier ha evidenziato come "la crisi non è completamente superata, ma il picco è alle nostre spalle. Il modo migliore per venirne fuori è che tutti remino nella stessa direzione, non solo le imprese, ma anche le forze sociali".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -