Governo, Fini: ''Non ci saranno ribaltoni''

Governo, Fini: ''Non ci saranno ribaltoni''

Governo, Fini: ''Non ci saranno ribaltoni''

ROMA - "Non ci saranno ribaltoni". Lo ha garantito il presidente della Camera , Gianfranco Fini, aggiungendo che "la politica è onestà intellettuale, se si fosse più umili, se si pensasse che avere torto non è un complotto le cose andrebbero meglio". Il numero uno di Fli è intervenuto lunedì mattina per una lezione al liceo Orazio di Roma. In merito a leggi ad personam, Fini ha affermato che "c'è un limite oltre il quale non si può andare pena la dignità".

 

Intanto la maggioranza si prepara al fatidico 14 dicembre. "Mi sembra un modo di parlare piu' da leghista che da democristiano moderato quale Casini dice di essere: io penso che sarebbe da '118' sovvertire il risultato elettorale e cioè mandare al governo chi ha perso le elezioni e mandare all'opposizione chi le ha vinte", ha affermato il ministro dell'Interno Roberto Maroni.

 

Il titolare del Viminale ha rilanciato la scelta del voto se non dovesse arrivare la fiducia. "Il popolo sovrano ha deciso che a governarlo nel 2008 fosse Silvio Berlusconi e non credo che una qualsiasi operazione di palazzo possa sovvertire questo chiarissimo volere del popolo". "In caso di crisi cerchiamo di portare la nostra idea al Quirinale e poi aspettiamo la decisione del Presidente della Repubblica", ha dichiarato invece il leader del Pd, Pier Luigi Bersani.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -