Governo, maggioranza scricchiolante: battuta cinque volte alla Camera

Governo, maggioranza scricchiolante: battuta cinque volte alla Camera

Governo, maggioranza scricchiolante: battuta cinque volte alla Camera

Governo battuto per cinque volte alla Camera, quasi ad inasprire le tensione della maggioranza dopo il primo turno delle elezioni amministrative di domenica e lunedì scorsi. A mandare sotto il centrodestra sono state le votazioni su alcune mozioni riguardanti la situazione delle carceri italiane. La maggioranza è finita in minoranza sui testi presentati Fli, dal Pd e da Idv in primo luogo, e poi alla quarta votazione su un testo presentato dalla maggioranza e che invece la maggioranza di Montecitorio ha respinto al mittente.

 

A pesare sulla tenuta della coalizione berlusconiana è stata l'assenza di molti parlamentari facenti capo al gruppo dei cosiddetti "Responsabili", in particolare a quella parte di delusi che evidentemente si sono sentiti tagliati fuori dal giro di nomine e sottosegretari effettuato nelle scorse settimane dal Premier.

 

In particolare si sono fatte notare le non presenze di Francesco Pionati e Maria Grazia Siliquini che attendono ancora una nomina da sottosegretario. Assenti anche il ministro Romano, il consigliere economico del premier Massimo Calearo, ma pure Luca Barbarechi e Italo Tanoni.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -