Gravidanze difficili dopo i 30 anni, gli scienziati scoprono il perchè

Gravidanze difficili dopo i 30 anni, gli scienziati scoprono il perchè

Gravidanze difficili dopo i 30 anni, gli scienziati scoprono il perchè

Superati i trent'anni, le donne trovano più difficoltà a concepire un figlio perché ormai è stato utilizzato l'88% degli ovuli. E' quanto hanno appurato i ricercatori della University of St Andrews and Edinburgh University (Gran Bretagna) in uno studio pubblicato sulla rivista PlosOne. Si tratta del primo lavoro scientifico che ha monitorato la produzione di ovuli da parte della donna dal concepimento alla menopausa.

 

Gli scienziati hanno raccolto informazioni su 325 donne (americane ed europee) di diverse fasce d'età. Tali sono state poi inserite in un programma informatico che ha verificato in che modo la produzione e' diminuita con il tempo. L'analisi ha anche dimostrato che fino ai 25 anni gli stili di vita (fumo e alcol in particolar modo) non hanno particolari effetti negativi sulla fertilità di una donna.

 

Tuttavia intorno ai 30 anni le cose cambiano, ed il modo in cui una donna si prende cura del suo corpo ha un effetto marcato sulla fertilità. Gli studiosi hanno appurato che le donne mediamente nascono con un potenziale di 300mila ovuli, ma che per il 95% di loro diminuiscono fino al 12% a partire dai 30 anni per arrivare ai 40 anni al 3%.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -