Grecia nel caos, altra giornata di manifestazioni

Grecia nel caos, altra giornata di manifestazioni

Grecia nel caos, altra giornata di manifestazioni

ATENE - Ancora tensione in Grecia all'indomani dei violenti incidenti costati la vita a tre impiegati della Marfin Egnatia Bank, due donne (una delle quali incita di quattro mesi) e un uomo, asfissiati nell'incendio dell'edificio a causa di alcune bombe molotov lanciate da verosimilmente appartenenti al movimento anarchico. I principali sindacati greci hanno convocato nuove manifestazioni di protesta davanti al Parlamento ad Atene per giovedì pomeriggio.

 

Contemporaneamente l'assemblea legislativa esaminerà il piano di austerità presentato dal governo.
Alla manifestazione aderiscono la Confederazione sindacale del settore privato (Gsee), la Confederazione del settore pubblico Adedy. In una nota, la Gsee ha condannato le violenze di ieri, attribuendole a "provocatori e vandali che in realtà minano le lotte dei lavoratori". "Ci dichiariamo determinati a continuare e ad estendere la  lotta per soddisfare le nostre rivendicazioni".

Venerdì, invece, il premier Giorgio Papandreou parteciperà a Bruxelles al vertice dell'Unione Europea sulla crisi greca nei prossimi giorni dovrebbe riunirsi con tutti i leader politici sotto l'egida del presidente della repubblica Karolos Papoulias.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -