Guai per Obama, la legge sulla sanità sarà rivotata

Guai per Obama, la legge sulla sanità sarà rivotata

Guai per Obama, la legge sulla sanità sarà rivotata

WASHINGTON - La legge sulla riforma della sanità, approvata dal Congresso americano, dovrà essere sottoposta a una nuova votazione per irregolarità di procedura. L'annuncio è stato dato da Harry Reid, portavoce democratico del Senato. "I Repubblicani hanno scovato due clausole che sono violazioni della procedura", ha affermato. Il pacchetto finale di modifiche alla legge dovrà, quindi, essere nuovamente approvato dalla Camera dei rappresentanti.

 

I due emendamenti riguardano la concessione delle borse di studio agli studenti con basso reddito. Dunque c'è un nuovo ostacolo per i democratici, che domenica scorsa sono finalmente riusciti a far approvare il testo della storica riforma voluta dal presidente Barack Obama con 219 voti favorevoli e 212 contrari, dopo lunghissimi e difficili negoziati.

 

"Siamo fiduciosi di farcela con queste modifiche secondarie", ha anticipato  Kate Cyrul, portavoce di Tom Harkin, il presidente Democratico della Commissione Sanità del Senato. Il testo originale del Senato, approvato della Camera prima del blocco di emendamenti, è stato convertito in legge e dunque rimarrà comunque in vigore.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -