Guerra in Libia, a Misurata mille morti e tremila feriti

Guerra in Libia, a Misurata mille morti e tremila feriti

Guerra in Libia, a Misurata mille morti e tremila feriti

TRIPOLI - Da quando è iniziato l'assedio di Misurata e in particolar modo da quando nell'ultima roccaforte dei ribelli in Tripolitania sono entrati in scena cecchini e pezzi di artiglieria pesante delle forze governative, si sono registrati circa mille morti, "l'80 per cento dei quali erano civili", e tremila feriti. E' quanto ha reso noto Khaled Abu Falgha, direttore del principale ospedale cittadino. Nell'ultima settimana sono aumentati i feriti dovuti alle bombe a grappolo.

 

Cresciuto anche il numero dei ricoveri per ferite da arma da fuoco alla testa o al collo, i bersagli preferiti dei tiratori scelti. Negli ultimi attacchi dei fedeli delle forze filo Gheddafi hanno perso la vita 17 persone, mentre sono rimaste ferite almeno 100 persone, per lo più civili. Intanto il portavoce del governo libico, Moussa Ibrahim, citato dall'edizione on-line del giornale arabo 'al-Quds al-Arabi', ha affermato che il capo di Al Qaeda in Libia si starebbe portando a Misurata con 25 combattenti ben addestrati.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -