Guerra in Libia, Frattini: ''E' tempo di passare sotto ombrello Nato"

Guerra in Libia, Frattini: ''E' tempo di passare sotto ombrello Nato"

Guerra in Libia, Frattini: ''E' tempo di passare sotto ombrello Nato"

BRUXELLES - In Libia non ci deve essere una "guerra" e l'Italia intende verificare "la coerenza" dell'azione della coalizione internazionale con il pieno rispetto della risoluzione 1973 dell'Onu. Lo ha detto il ministro degli esteri Franco Frattini, a Bruxelles. Il titolare della Farnesina ha affermato che l'obiettivo della missione è "implementare il cessate il fuoco, insieme alla Lega araba, senza andare oltre la stretta applicazione della risoluzione".

 

Per Frattini "è il tempo dell'azione oltre la coalizione dei volenterosi, verso un approccio più coordinato sotto la Nato, perchè ne ha le capacità". Quanto alle minacce di Muammar Gheddafi all'Italia, il ministro degli Esteri ha evidenziato che non occorre farsi intimidire. Per Frattini l'Italia non è stato l'unico paese nè il primo minacciato dal leader libico, ma ha aggiunto che il colonnello dice tante cose e aveva anche annunciato un cessate il fuoco.

 

Il titolare della Farnesina ha poi aggiunto che l'Italia si aspetta che la comunità europea si faccia carico dell'emergenza immigrazione dalla Libia e che ogni paese condivida la propria parte di onere. ''Proprio perché siamo parte di una coalizione internazionale per portare il popolo ad una riconciliazione nazionale e fare cessare le violenze, vogliamo condividere il peso onerosissimo dell'immigrazione illegale'', ha detto Frattini.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -