Guerra in Libia, ribelli ormai alle porte di Sirte

Guerra in Libia, ribelli ormai alle porte di Sirte

Guerra in Libia, ribelli ormai alle porte di Sirte

I ribelli libici, sostenuti dagli aerei della Nato, sono ormai alle porte di Sirte, città natale di Muammar Gheddafi e ultima roccaforte del regime dopo la conquista di Tripoli e del quartier generale di Bab al-aziziya. Sono almeno sei le esplosioni che hanno interrotto i festeggiamenti dei ribelli. Per il presidente del Consiglio nazionale di transizione (Cnt) libico, Mustafa Abdel Jalil, "se la Nato non avesse sostenuto la Libia, nel Paese ci sarebbe stato un massacro ancora peggiore".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Consiglio nazionale di transizione libico (Cnt) ha rivolto un appello alla comunità internazionale affinché rinnovi il suo sostegno ai combattenti in lotta contro il regime di Tripoli.Abdel Jalil ha detto che "la sfida di Gheddafi alle forze di coalizione rappresenta ancora un pericolo, non soltanto per il popolo libico ma anche per l'intero mondo. Questa è la ragione per cui chiediamo alla coalizione di proseguire il suo sostegno" ai combattenti dell'opposizione".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -