Haiti nel caos, a Cap Haitien bloccate le operazioni umanitarie

Haiti nel caos, a Cap Haitien bloccate le operazioni umanitarie

Haiti nel caos, a Cap Haitien bloccate le operazioni umanitarie

PORT AU PRINCE - Si fa sempre più drammatica la situazione a Cap Haitien, la seconda città di Haiti, nel Nord del Paese, da tre giorni teatro dei disordini contro il contingente delle Nazioni Unite, accusato di aver diffuso l'epidemia di colera che ha già causato un migliaio di morti. Quella di mercoledì è stata una giornata condizionata da violenti scontri tra dimostranti e una pattuglia della Missione delle Nazioni Unite per la stabilizzazione a Haiti (Minustah).

 

Lunedì scorso, sempre a Cap Haitien, in scontri fra manifestanti e caschi blu erano morte due persone e altre 14 erano rimaste ferite. A Cap Haitien alcuni gruppi armati stanno impedendo il passaggio di convogli e auto. Intanto, le autorità temono che il colera possa causare fino a 10mila vittime e che il contagio si propaghi oltre i confini del Paese, già ferito dal terremoto del gennaio scorso. Nella Repubblica Dominicana sono stati denunciati diversi casi di infezione.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -