Il Dalai Lama: "Lascio il mio ruolo politico"

Il Dalai Lama: "Lascio il mio ruolo politico"

Il Dalai Lama: "Lascio il mio ruolo politico"

ROMA - Il Dalai Lama ha annunciato la sua intenzione di dimettersi dal suo ruolo di guida politica dei tibetani per far posto ad un suo successore eletto dal Parlamento in esilio. E' quanto emerge da un messaggio in occasione del 52esimo anniversario del sollevamento popolare contro l'occupazione cinese del Tibet.  Dura la reazione della Cina, secondo cui, ha affermato un portavoce del ministro degli affari esteri, si tratta di "un trucco per ingannare la comunità internazionale".


La decisione del leader spirituale tibetano di trasferire le sue responsabilità politiche non giunge del tutto inaspettata. Già lo scorso novembre aveva ammesso che si sarebbe ritirato entro sei mesi. "E' venuto il momento di passare dalle parole ai fatti", ha affermato giovedì il Dalai Lama.

 

"In occasione della imminente 11/a sessione del 14/0 Parlamento tibetano in esilio, che comincia il 14 marzo, proporrò formalmente che si facciano i necessari emendamenti alla Carta dei tibetani in esilio che riflettano la mia decisione di restituire la mia formale autorità al leader eletto", ha concluso.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -