Il legittimo impedimento approda alla Camera

Il legittimo impedimento approda alla Camera

Il legittimo impedimento approda alla Camera

ROMA - Sono circa 300 gli emendamenti al testo sul legittimo impedimento, che da martedì saranno all'esame dell'aula della Camera. Sembra certo che il governo non porrà la fiducia. Mercoledì cominciano le dichiarazioni di voto, mentre il voto finale arriverà entro giovedì. Il capogruppo del Pd, Dario Franceschini, ha ribadito il no al provvedimento, mentre Pier Ferdinando Casini ha dato la disponibilità dell'Udc ad approvare la norma, a patto che riguardi solo il premier.

 

L'attuale testo estende le prerogative di sospensione dei procedimenti, per impegni istituzionali, anche ai ministri. Il relatore della proposta di legge, Enrico Costa (Pdl), ha respinto al mittente la richiesta dell'Udc. "Non possiamo apportare modifiche - ha spiegato Costa - ci sarebbe un problema di incostituzionalità: il consiglio dei ministri è un organo collegiale, l'ha detto anche la Consulta, non possiamo fare un trattamento diverso soltanto a un componente del Consiglio".

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -