Il Pdl a Napolitano: "Meglio il voto anticipato che la paralisi"

Il Pdl a Napolitano: "Meglio il voto anticipato che la paralisi"

Il Pdl a Napolitano: "Meglio il voto anticipato che la paralisi"

Meglio il voto anticipato della paralisi. Lo afferma il Popolo della Libertà rivolgendosi direttamente al Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, che è intervenuto nel dibattito politico con una intervista rilasciata al quotidiano "L'Unità". Il coordinatore del Pdl, Sandro Bondi, ammette che Napolitano "pone questioni al mondo politico che non possono essere eluse e che dovranno trovare un chiarimento nell'interesse del Paese''. Poi però dice che è '' meglio il ricorso al voto piuttosto che la paralisi politica''.

 

Gli fa eco dal Senato il presidente dei senatori Pdl, Maurizio Gasparri. "Il Quirinale sa che chi ha vinto le elezioni non può essere messo all'opposizione con giochi di Palazzo - afferma l'ex ‘finiano' -. Quindi o va avanti il governo Berlusconi o si vota. Su questo non ci sono dubbi''.

 

No ad un governo di transizione anche da parte della Lega Nord. "Qualora potessimo proseguire senza intoppi nell'azione di governo - afferma Marco Reguzzoni, capogruppo della Lega Nord alla Camera -, il Paese ne trarrebbe sicuri benefici . Se però non dovessero esserci, per decisione arbitraria, unilaterale e non condivisa di taluni parlamentari, i numeri per assicurare un governo forte e autorevole, non vedo molte alternative praticabili rispetto al voto".

 

Rosy Bindi, presidente dell'Assemblea nazionale del Partito Democratico, evidenzia come ''giustamente il presidente Napolitano rivendica le proprie prerogative costituzionali'', anche rispetto a chi "troppo disinvoltamente minacciava di indire le elezioni''. La democratica sottolinea anche che "la maggioranza e il governo riflettano sulle parole del presidente della Repubblica e, se ne sono capaci, dimostrino di saper governare nell'interesse generale''.

 

 

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -