Il Quirinale: "Certe le dimissioni del premier"

Il Quirinale: "Certe le dimissioni del premier"

Giornata nera per i mercati italiani. La borsa di Milano ha chiuso con una caduta dell'indice Ftse Mib del 3,78%. Lo spread Btp-Bund, dopo aver toccato 574 punti, si è stretto a 551punti. Il tasso di rendimento del decennale italiano è sceso al 7,25% Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, di fronte alla pressione dei mercati finanziari sui titoli del debito pubblico italiano, ha voluto garantire le dimissioni del premier Silvio Berlusconi dopo la legge di stabilità per il 2012.

 

In una nota il Quirinale ha puntualizzato che “sulla base di accordi tra i Presidenti del Senato e della Camera e i gruppi parlamentari sia di maggioranza sia di opposizione, la legge sarà approvata nel giro di alcuni giorni”. Seguiranno le consultazione da parte del capo dello stato per dare soluzione alla crisi di governo dopo le dimissioni del premier.

 

Quindi “entro breve tempo o si formerà un nuovo governo che possa con la fiducia del Parlamento prendere ogni ulteriore necessaria decisione o si scioglierà il Parlamento per dare subito inizio a una campagna elettorale da svolgere entro i tempi più ristretti”. Napolitano, in una nota, ha quindi evidenziato che sono “pertanto del tutto infondati i timori che possa determinarsi in Italia un prolungato periodo di inattività governativa e parlamentare, essendo comunque possibile in ogni momento adottare, se necessario, provvedimenti di urgenza".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -