Il Quirinale replica alle accuse di Feltri: nessun patto sul Lodo Alfano o sulla Consulta

Il Quirinale replica alle accuse di Feltri: nessun patto sul Lodo Alfano o sulla Consulta

Il Quirinale replica alle accuse di Feltri: nessun patto sul Lodo Alfano o sulla Consulta

ROMA - Nessun patto sul Lodo Alfano o sulla Consulta. Il Quirinale replica così alla ricostruzione pubblicata sul quotidiano "Il Giornale" diretto da Vittorio Feltri. "È del tutto falsa l'affermazione che al Quirinale si siano "stipulati patti" su leggi la cui iniziativa, com'è noto, spetta al governo, e tanto meno sul superamento del vaglio di costituzionalità affidato alla Consulta" si legge nella nota diffusa dalla presidenza della Repubblica.

 

Secondo quanto riportato dall'agenzia di stampa Ansa, la Corte Costituzionale avrebbe individuato nella propria sentenza n. 451 del 2005 sul "caso Previti" una strada per stabilire un equilibrio tra le esigenze pubbliche da parte delle alte cariche dello Stato e quelle di un corretto svolgimento di un eventuale processo penale a loro carico. In quella sentenza, la Corte Costituzionale scrisse che, nel caso un imputato sia anche componente di un ramo del Parlamento, il giudice ha "l'onere di programmare il calendario delle udienze in modo da evitare coincidenze con i giorni di riunione degli organi parlamentari".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -