Il rapporto dell'Fmi: ''Per l'Italia prospettive di crescita deboli''

Il rapporto dell'Fmi: ''Per l'Italia prospettive di crescita deboli''

Il rapporto dell'Fmi: ''Per l'Italia prospettive di crescita deboli''

ROMA -  Per l'Italia le prospettive di crescita sono deboli malgrado la domanda interna si sia ripresa in modo moderato. E' quanto afferma il Fondo monetario internazionale nel Regional Economic Outlook sull'Europa, prevedendo per il 2011 una crescita del pil italiano dell'1,1% e per il 2012 dell'1,3%. La ripresa globale "sta guadagnando forza", rileva l'istituto, e anche in Europa "è attesa consolidarsi".  Secondo l'Fmi il pil di Eurolandia nel 2011 salirà dell'1,8%.

 

Per il 2012 è atteso al 2,1%. Nel Rapporto, il Fondo stima che l'Europa crescerà del 2,4% quest'anno e del 2,6 per cento il prossimo. Il Fondo monetario internazionale nel Regional Economic Outlook sull'Europa sottolinea che con il deterioramento del settore bancario irlandese, "nel novembre 2010 è scoppiata una nuova ondata di turbolenze sul mercato. I rischi sovrani si sono intensificati di nuovo nei paesi periferici della zona euro, espandendosi ad altri paesi, inclusi Belgio e Italia".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -