Il vescovo libanese: ''Il Corano ordina di imporre la religione con la spada''

Il vescovo libanese: ''Il Corano ordina di imporre la religione con la spada''

Il vescovo libanese: ''Il Corano ordina di imporre la religione con la spada''

ROMA - "Il Corano permette al musulmano di nascondere la verità al cristiano e di parlare e agire in contrasto con ciò che pensa e crede". E' il durissimo atto d'accusa pronunciato pronunciato nell'aula del Sinodo da monsignor Raboula Antoine Beylouni, vescovo di Curia di Antiochia dei Siri (Libano). "Il Corano - ha aggiunto - dà al musulmano il diritto di giudicare i cristiani e di ucciderli con la jihad (guerra santa). Ordina di imporre la religione con la forza, con la spada".

 

"Per questo - ha continuato -  i musulmani non riconoscono la libertà religiosa, nè per loro nè per gli altri. Non stupisce vedere tutti i paesi arabi e musulmani rifiutarsi di applicare integralmente i diritti umani sanciti dalle Nazioni Unite". Nonostante queste difficoltà, ha però aggiunto mons. Beylouni, "non dobbiamo eliminare il dialogo ma scegliere i temi da affrontare e gli interlocutori cristiani capaci e ben formati, coraggiosi e pii, saggi e prudenti che dicano la verità con chiarezza e convinzione".

 

"Dato che il Corano ha parlato bene della Vergine Maria dobbiamo ricorrere a lei in ogni dialogo e in ogni incontro con i musulmani - ha evidenziato -. Voglia Dio che la festa dell'Annunciazione, dichiarata in Libano festa nazionale per i cristiani e i musulmani, divenga festa nazionale anche negli altri paesi arabi".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -