Immgrati, caos a Manduria: una notte di protesta all'aperto

Immgrati, caos a Manduria: una notte di protesta all'aperto

Immgrati, caos a Manduria: una notte di protesta all'aperto

ROMA - Hanno passato la notte all'addiaccio, all'esterno della tendopoli di Manduria, gli immigrati che da domenica pomeriggio stanno protestando nei confronti del governo italiano. Circa duecento immigrati hanno preferito rimanere all'esterno della tendopoli, controllati a vista da Polizia e Carabinieri in tenuta antisommossa. Diverse le richieste da parte dei profughi, tra cui quella di una garanzia sulla loro richiesta di asilo ancora da presentare ufficialmente.

 

I migranti chiedono anche un'accelerazione delle loro pratiche per eventuali permessi di soggiorno temporanei. Nel frattempo continuano gli sbarchi. Nel cuore della nottata tra domenica e lunedì sono arrivati una motovedetta della guardia costiera ha condotto in porto 210 migranti e altri sette sono stati intercettati dalla guardia costiera al largo di Pantelleria. Le condizioni del mare sono perfette per la navigazione e non è escluso che anche oggi possano verificarsi altri sbarchi.

 

Una trentina di clandestini tunisini sono sbarcati invece domenica pomeriggio sulle coste del sud della Sardegna, sulla spiaggia di Chia nel Comune di Domusedemaria, a 50 km a sud di Cagliari. Il bel tempo e il mare calmo hanno evidentemente indotto i migranti a scegliere la rotta del canale di Sardegna per raggiungere l'Italia evitando quella per Lampedusa. Ma i carabinieri li hanno individuati e bloccati. Alcuni sono riusciti a fuggire.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -