Inchiesta P3, indagato il sottosegretario Caliendo. Berlusconi: ''Piena fiducia''

Inchiesta P3, indagato il sottosegretario Caliendo. Berlusconi: ''Piena fiducia''

Inchiesta P3, indagato il sottosegretario Caliendo. Berlusconi: ''Piena fiducia''

ROMA - C'è anche il nome del sottosegretario alla Giustizia, Giacomo Caliendo, iscritto nel registro degli indagati della Procura di Roma nell'ambito dell'inchiesta denominata P3 in quanto accusato di aver preso parte alla presunta associazione segreta messa in piedi da Flavio Carboni, Arcangelo Martino e Pasquale Lombardi. Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, dopo un incontro con il sottosegretario, gli ha rinnovato la sua "piena fiducia".

 

Inoltre l'ha invitato "a continuare a lavorare con l'impegno fin qui profuso". Anche il ministro della Giustizia, Angelino Alfano, in una nota ha ribadito il proprio "sostegno del senatore Caliendo", rinnovandogli "fiducia e solidarietà". Il sottosegretario ha assicurato di non aver "mai contattato né fatto elenchi di giudici della Corte costituzionale favorevoli o contrari al lodo Alfano".

 

Caliendo ha indicato Lombardi come "millantatore", aggiungendo che al pranzo a casa del coordinatore nazionale del Pdl Denis Verdini del 23 settembre scorso lui rimase solo mezz'ora e "solo successivamente ho appreso che si era parlato anche del lodo Alfano". Caliendo sarà ascoltato in procura in qualità di indagato. Nel frattempo, dopo le dimissioni di Verdini da presidente del Credito cooperativo fiorentino, la Banca d'Italia ha chiesto con una nota scritta il commissariamento della banca per gravi irregolarità.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -