Inchiesta Trani, il Csm: ''Ispezioni ma non interferenze"

Inchiesta Trani, il Csm: ''Ispezioni ma non interferenze"

Inchiesta Trani, il Csm: ''Ispezioni ma non interferenze"

ROMA - "Nessuna ispezione può interferire nelle indagini giudiziarie". Così il vicepresidente del Csm, Nicola Mancino, ha replicato al ministro della Giustizia, Angelino Alfano,che, martedì, aveva accusato il Csm di violare la Costituzione per aver aperto una pratica sull'ispezione a Trani. Pur non negando "la legittima facoltà del ministro di inviare ispettori" alla procura di Trani, Mancino ha difeso la facoltà dei giudici di indagare senza condizionamenti.

Mancino ha spiegato inoltre che il comitato di presidenza ha scelto la sesta commissione consiliare e non la prima proprio "per evitare di dare l'impressione di prendere posizione a tutela dei magistrati d Trani e contro gli ispettori ministeriali". Allo stato, dunque, ha concluso il vicepresidente del Csm, "non siamo di fronte ad una pratica a tutela aperta in seguito ad una presunta ma inesistente lite contro gli ispettori".

Nel frattempo, a Trani, il procuratore della Repubblica Carlo Maria Capristo ha negato contrasti con gli ispettori: "Con loro leale collaborazione".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -