Incontro Frattini-Clinton: Italia conferma missioni all'estero

Incontro Frattini-Clinton: Italia conferma missioni all'estero

Incontro Frattini-Clinton: Italia conferma missioni all'estero

ROMA - L'Italia conferma l'impegno su tutte le missioni internazionali, compresa quella in Libia. Lo ha affermato il ministro degli Esteri Franco Frattini, al termine dell'incontro bilaterale con il segretario di Stato americano Hillary Clinton. Il titolare della Farnesina ha spiegato che si è discusso ''dell'importanza di una soluzione politica che veda la pressione militare come uno strumento per convincere il regime a cessare le violenze e gli attacchi contro i civili''. 

 

Durante la seconda riunione del Gruppo di Contatto sulla Libia, che si è svolta giovedì a Roma, il responsabile della Farnesina ha illustrato gli obiettivi per una soluzione diplomatica della crisi libica, spiegando che il compito principale è quello di favorire "il coordinamento sull'iniziativa politica", esprimere "sostegno economico, in particolare al Consiglio nazionale transitorio di Bengasi", e tracciare "una road map per il cessate il fuoco e per un'assemblea costituzionale volta alla riconciliazione libica".

 

Clinton, dopo l'incontro, ha espresso la gratitudine degli Stati Uniti nei confronti dell'Italia, esprimendo apprezzamento per il "lavoro difficile per garantire la sicurezza in Afghanistan" svolto da "quattromila soldati italiani al nostro fianco". "L'America è e sarà partner privilegiato" per l'Italia, perché "consideriamo gli Usa un paese fratello", ha sottolineato il ministro degli Esteri Franco Frattini.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -