Incontro Obama-Dalai Lama: la Cina ribadisce la sua contrarietà

Incontro Obama-Dalai Lama: la Cina ribadisce la sua contrarietà

Incontro Obama-Dalai Lama: la Cina ribadisce la sua contrarietà

Si fanno sempre più tesi i rapporti tra Stati Uniti e Cina, nonostante il presidente Obama voglia mantenere gli accordi commerciali già esistenti, ma continuando il "pressing costante su Pechino e altri Paesi in modo ma aprire i mercati in maniera reciproca". L'ultimo avvenimento, in ordine di tempo, ad inasprire i rapporti, è l'incontro tra Barack Obama e il Dalai Lama. La Cina fa sapere che "si oppone fermamente, con qualsiasi pretesto e in qualsiasi forma".

 

Lo riferisce il portavoce del ministero degli Esteri, Ma Zhaoxu, che, sulla visita del Dalai Lama a Washington, prevista per il 17 e 18 febbraio, ha confermato la posizione della Cina. "Un incontro di questo genere danneggerebbe seriamente la base politica delle relazioni tra Cina e Stati Uniti - afferma Zhu Weiqun, viceministro dell'organo del Partito Comunista Cinese - Se il leader statunitense sceglie di incontrare il Dalai Lama, questo gesto comprometterebbe la fiducia e la cooperazione tra i nostri due e come potrà tutto questo essere di aiuto all'America nel superare la crisi economica in corso?"

 

 

 

 

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -