Indennità dei parlamentari, Fini e Schifani: "Lo faremo"

Retromarcia del parlamento sulla riduzione delle indennità di deputati e senatori. I presidente di Camera e Senato, Gianfranco Fini e Renato Schifani, prendono carta e penna per spiegare

Retromarcia del parlamento sulla riduzione delle indennità di deputati e senatori. I presidente di Camera e Senato, Gianfranco Fini e Renato Schifani, prendono carta e penna per spiegare all’opinione pubblica le ragioni per le quali è scattata la ‘rivolta’ dei parlamentari contro il decreto Monti che prevedeva la riduzione dei compensi.

Per i due “non corrisponde al vero quanto ipotizzato da alcuni organi di informazione circa la presunta volontà del Parlamento di non assumere comportamenti in sintonia con il rigore che la grave crisi economica-finanziaria impone a tutti”.

“Come dimostrano anche le recenti decisioni autonomamente assunte – ribadiscono secondo seconda e terza carica dello Stato - dagli Uffici di Presidenza di Senato e Camera sulla nuova disciplina dei cosiddetti vitalizi, il Parlamento è pienamente consapevole dell'esigenza di dar vita ad atti esemplari e quindi anche di adeguare l'indennità dei propri membri agli standard europei, secondo quanto già votato in Aula nei mesi scorsi sia a Palazzo Madama che a Montecitorio”.

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -