Inferno di fuoco in un grattacielo a Shanghai, 42 morti

Inferno di fuoco in un grattacielo a Shanghai, 42 morti

SHANGHAI - Inferno di fuoco in un grattacielo di 28 piani in uno dei distretti più popolosi di Shanghai. Il bilancio parla di 42 vittima e una novantina di feriti. Molte persone sono riuscite a fuggire dalla finestre e trovare diversi corridoi tra le impalcature che circondavano la palazzina in fase di ristrutturazione. Il palazzo era abitato prevalentemente da insegnanti, molti dei quali già in pensione. Si cerca ora di accertare le cause dell'incendio. Le autorità hanno aperto un'inchiesta.

 

Il rogo si è sviluppato intorno alle 14.00 locali al decimo piano del palazzo. Secondo alcuni testimoni sarebbero stati proprio i materiali da costruzione ad aver preso fuoco, provocando una colonna di fumo nero che era visibile da diverse parti della città. A quanto pare durante una pausa di lavoro un operaio si è addormentato con una sigaretta accesa accanto al telo verde che avvolge le impalcature. Dal mozzicone sono divampate le fiamme.

 

Queste sono poi entrate in contatto con l'isolante che gli operai stavano applicando sulla facciata dell'edificio. Ci sono volute più di sei ore per aver la meglio sul rogo. Sul posto sono intervenute 25 squadre dei vigili del fuoco e 61 autobotti per spegnere l'incendio fino al ventesimo piano. I residenti sono stati evacuati e accolti all'interno di uno stadio che si trova nella zona, dove è stato istituito il quartier generale dei soccorsi.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -