Intercettazioni, Alfano sale al Colle. ''Modifiche significative''

Intercettazioni, Alfano sale al Colle. ''Modifiche significative''

Intercettazioni, Alfano sale al Colle. ''Modifiche significative''

ROMA - Il ministro della Giustizia, Angelino Alfano, è salito venerdì mattina al Colle, al termine del consiglio dei ministri, per discutere del ddl intercettazioni e del futuro disegno di legge. Il Guardasigilli ha incontrato intorno alle 11.15 il segretario generale della presidenza Donato Marra. Alfano ha portato l'ultima novità politica, nata l vertice di mercoledì a palazzo Grazioli. Alfano ha garantito a Marra che nel testo ci saranno "modifiche significative".

 

Martedì, alle 15, scadrà il termine per gli emendamenti in commissione come richiesto dalla presidente della commissione Giustizia, Giulia Bongiorno. I cambiamenti ci saranno sui tre punti più contestati: proroghe dei termini alle intercettazioni allungate; intercettazioni ambientali allargate; sanzioni pecuniarie abbassate per gli editori che violassero il divieto di pubblicazione. Per quanto concerne i "reati-spia" per la mafia, usura, ed altro, saranno sufficienti gravi indizi per far scattare i registratori delle procure.

 

Il Quirinale ha apprezzato "il gesto di attenzione e di cortesia" fatto dal ministro della Giustizia, che ha indicato "le linee di massima" in cui ci si muoverà per correggere un testo che era stato considerato "irragionevole" e che con grande probabilità non sarebbe stato sottoscritto dal presidente della Repubblica.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -