Intercettazioni, bocciata la richiesta di Fini: resta limite 75 giorni

Intercettazioni, bocciata la richiesta di Fini: resta limite 75 giorni

Intercettazioni, bocciata la richiesta di Fini: resta limite 75 giorni

ROMA - La maggioranza ha respinto la richiesta di Gianfranco Fini di modificare la durata massima di 75 giorni per poter effettuare le intercettazioni. E' quanto hanno reso noto il presidente dei senatori Pdl Maurizio Gasparri, il sottosegretario alla Giustizia Giacomo Caliendo ed il presidente della Commissione Giustizia del Senato, Filippo Berselli, al termine dell'incontro a Palazzo Madama fra il ministro della Giustizia Angelino Alfano ed i senatori del Pdl.

 

"Allo stato attuale non ci sono cambiamenti rispetto agli emendamenti presentati. Se poi nel Pdl si vogliono avanzare nuove proposte, si riuniranno gli organi di partito competenti - ha affermato Gasparri -. Ci sono la Consulta sulla Giustizia e l'Ufficio di Presidenza".

 

"Sono fiducioso che ci possano essere degli aggiustamenti rispetto agli emendamenti presentati. Sulla norma transitoria stiamo riflettendo. Qualche aggiustamento verrà fatto. Non torneremo però al testo della Camera", ha affermato Berselli.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -