Intercettazioni, il governo pone la fiducia

Intercettazioni, il governo pone la fiducia

ROMA - Il governo porrà in aula alla Camera la questione di fiducia sul ddl intercettazioni. Lo annunciato il ministro della Giustizia, Angelino Afano, al termine di una riunione di maggioranza a Montecitorio. "Il testo è quello dell'accordo di maggioranza - ha precisato il Guardasigilli - Solo un aggiustamento tecnico da me proposto. Il testo non recepirà le modifiche avanzate dal procuratore nazionale antimafia Piero Grasso.

 

La Camera in precedenza aveva bocciato con 260 no e 205 sì la mozione con cui il segretario del Pd Dario Franceschini, insieme all'Idv, avevano chiesto al governo di abrogare il Lodo Alfano, approvato l'anno scorso, che istituisce lo scudo processuale nei confronti delle quattro più alte cariche dello Stato durante la loro permanenza in carica: presidente della Repubblica, presidente del Senato e della Camera; presidente del Consiglio dei ministri. Astenuti i deputati radicali e dell'Udc.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -