Intercettazioni, il Pdl: "Terremo conto dei rilievi del Colle"

Intercettazioni, il Pdl: "Terremo conto dei rilievi del Colle"

Intercettazioni, il Pdl: "Terremo conto dei rilievi del Colle"

ROMA - Vertice mercoledì per fare il punto sul ddl intercettazioni e sull'agenda di governo. L'obiettivo, si è convenuto al termine della riunione convocata dal presidente del Consiglio Silvio Berlusconi e che si è tenuta a Palazzo Grazioli, è di tenere conto degli auspici e degli eventuali rilievi del Quirinale sul testo che può ancora essere migliorato ma che dovrà obbligatoriamente vedere la luce entro l'estate in quanto previsto nel programma di governo.

 

Si tratta di un'apertura al dialogo dopo che lo stesso presidente della Repubblica aveva fatto mostra di un certo ottimismo: "Penso che dal confronto ancora in corso possano uscire soluzioni, se non condivise da tutti, più accettabili per tutti". A questo punto, ha proseguito il presidente della Repubblica, "mi auguro che ci sia il massimo avvicinamento possibile fra le posizioni che finora sono state contrapposte''.

 

Ma dato che da parte dell'opposizione, ha osservato Napolitano, ''mi pare si intenda dare un contributo alla soluzione di problemi che sono molto complessi - come quelli della garanzia della libertà di stampa e della libertà di indagine e anche della garanzia del rispetto della dignità e della privacy delle persone - penso che dal confronto ancora in corso possano uscire soluzioni se non condivise da tutti le più accettabili per tutti''.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -