Intercettazioni, la Camera approva il decreto: ''nessuna museruola alla stampa''

Intercettazioni, la Camera approva il decreto: ''nessuna museruola alla stampa''

ROMA - La Camera ha approvato il provvedimento sulle intercettazioni con 447 voti favorevoli e nessun contrario. Sette le astensioni. Il via libera è ''un grande ed esaltante momento dell'attività parlamentare'' del quale bisogna ringraziare il relatore, il presidente della commissione Giustizia e tutta l'aula''. Sono le parole del Ministro della Giustizia Clemente Mastella prima del voto finale sul provvedimento sulle intercettazioni. Il leader degli Udeur ha sottolineato ''la grande dignità e il grande orgoglio del Parlamento'' per aver superato in questi mesi di discussione le differenze e le distanze che pure erano presenti.

Con il provvedimento sulle intercettazioni approvato alla Camera non si è messa ''la museruola alla stampa italiana''. Il diritto di cronaca è ''garantito'' ma ''chi sbaglia finisce per pagare''. Così Mastella ha replicato alle critiche per le sanzioni ai giornalisti previste nel ddl che regola le intercettazioni telefoniche.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un ddl che ''non è stato solo approvato -rivendica il leader dell'Udeur- ma approvato all'unanimità. Questa volontà del Parlamento è un gesto clamoroso, visto l'antagonismo'' che spesso accompagna l'attivita' legislativa.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -