Intercettazioni, Pd ai finiani: "Votate con noi"

Intercettazioni, Pd ai finiani: "Votate con noi"

Intercettazioni, Pd ai finiani: "Votate con noi"

ROMA - Mossa a sorpresa del presidente dei deputati del Pd, Dario Franceschini, che ha chiesto al presidente della Camera Gianfranco Fini e ai suoi deputati di votare sette emendamenti democratici sul ddl intercettazioni. Si tratta di emendamenti, ha detto Franceschini, che ''coincidono'' con le dichiarazioni critiche al provvedimento che sono state fatte pubblicamente in questi giorni dagli stessi finiani. Tuttavia gli stessi sostenitori di Fini non ci stanno.

 

"Il nostro voto favorevole andrà soltanto agli emendamenti del capogruppo Costa e della presidente Bongiorno - ha affermato Italo Bocchino -. Il nostro obiettivo resta quello di rafforzare il partito facendolo uscire dalle secche in cui si trova e abbiamo la necessaria esperienza politica per non abboccare alle proposte di Franceschini".

 

"Franceschini fa il suo mestiere di capogruppo dell'opposizione, che cerca di disgregare la maggioranza, ma una volta che il governo e la maggioranza definiscono una posizione, tutti i parlamentari del gruppo del Pdl sono tenuti a seguire le indicazioni del partito e del gruppo", ha detto il presidente dei deputati Pdl, Fabrizio Cicchitto.

 

"In caso diverso dovremmo considerare sciolti il partito e il gruppo. Capiamo che questo farebbe un gran piacere all'onorevole Franceschini, e non solo a lui, ma noi non abbiamo l'intenzione di rallegrargli in questo modo l'estate", ha concluso Cicchitto.  Nel frattempo il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi fatto sapere di voler riorganizzare il partito: "Non alimentate le tensioni con gli uomini di Fini, non partecipate alle risse in tv con loro".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -