Iran, l'ayatollah Khamenei: ''Daremo un cazzotto all'Occidente''

Iran, l'ayatollah Khamenei: ''Daremo un cazzotto all'Occidente''

Iran, l'ayatollah Khamenei: ''Daremo un cazzotto all'Occidente''

TEHERAN - L'11 febbraio, anniversario della cacciata dello Scià, l'Iran regolerà i conti con l'Occidente e con l'opposizione interna. E' quanto ha affermato la Guida suprema, l'ayatollah Ali Khamenei, in un discorso rivolto all'aviazione militare iraniana. "Il 22 del calendario Bahman - ha spiegato - la Nazione iraniana, unita e con la grazia di Dio, sferrerà un cazzotto tale all'arroganza dell'Occidente, che lo lascerà stordito".

 

Nel frattempo il regime ha avviato un'operazione di rastrellamento della dissidenza, impegnata a preparare le contromanifestazioni di giovedì prossimo. Domenica erano stati arrestati sette oppositori, con l'accusa di aver combuttato con gli americani per causare rivolte e ribellioni come quelle del 17 dicembre scorse. Negli ultimi due giorni sono stati arrestati dieci giornalisti, che si aggiungono ai 45 già in carcere.

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -