Iran, Obama: "I manifestanti siano liberi di esprimersi"

Iran, Obama: "I manifestanti siano liberi di esprimersi"

Iran, Obama: "I manifestanti siano liberi di esprimersi"

TEHERAN - Dopo i gravi disordini avvenuti lunedì durante la manifestazione antigovernativa a Teheran, la polizia ha accusato i Mujaheddin del Popolo (Mko) di essere responsabile degli incidenti e di aver provocato la morte di un manifestante. Accuse respinte dai Mujaheddin, che negano ogni responsabilità. Il bilancio complessivo delle vittime è salito a due: oltre all'attivista ucciso, un altro, gravemente ferito, è deceduto martedì.

 

Nel frattempo dagli Stati Uniti il presidente Barack Obama ha auspicato che anche in Iran i manifestanti siano liberi di esprimersi come ha potuto fare il popolo egiziano al Cairo. Obama spera che l'Egitto "possa essere di esempio a tutta la regione medio orientale, anche se ogni Paese ha la propria identità" e che gli iraniani "abbiano il coraggio" di continuare a protestare.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per l'inquilino della Casa Bianca la situazione in Iran è "ironica", perché da un lato il governo iraniano ha "celebrato" le proteste in Egitto, dall'altro "si rifiuta" di consentire analoghe proteste nelle sue strade.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -