Iran, Sakineh è libera. Scarcerati anche il figlio e l'avvocato

Iran, Sakineh è libera. Scarcerati anche il figlio e l'avvocato

Iran, Sakineh è libera. Scarcerati anche il figlio e l'avvocato

Sakineh Mohammadi Ashtiani è libera. L'iraniana di 43 anni era stata condanna alla lapidazione con l'accusa di adulterio e complicità nell'omicidio del marito. Insieme alla donna sono stati rilasciati suo figlio Sajjad Qaderzadeh e l'avvocato Javid Hutan Kian. La liberazione, ha affermato all'agenzia Ansa Mina Ahadi, presidente del Comitato internazionale contro le esecuzioni, organizzazione che ha sede in Germania, è avvenuta nella giornata di mercoledì.

 

La vicenda è iniziata quattro anni fa, quando allora 38enne è stata messa sotto processo. Nel 2006 a Sakineh erano state inflitte 99 frustate per una "relazione illecita" con due uomini. Quindi era stata condannata a morte per adulterio. Il caso ha suscitato le reazioni e le dure rimostranze della comunità internazionale. A luglio le autorità iraniane avevano deciso di commutare la lapidazione in impiccagione.

 

I familiari del marito di Sakineh, secondo l'accusa ucciso da lei, avevano perdonato la donna che per la legge islamica, è quanto necessario alla liberazione della prigioniera. Lo scorso 11 ottobre il figlio di Ashtiani era stato arrestato dalla polizia iraniana insieme all'avvocato di sua madre e a due giornalisti tedeschi che volevano intervistalo.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -