Iran, smentita la liberazione di Sakineh. Una tv: ''Ha ammesso l'omicidio''

Iran, smentita la liberazione di Sakineh. Una tv: ''Ha ammesso l'omicidio''

Iran, smentita la liberazione di Sakineh. Una tv: ''Ha ammesso l'omicidio''

TEHERAN - Sakineh Mohammadi Ashtiani, l'iraniana di 43 anni era stata condanna alla lapidazione con l'accusa di adulterio e complicità nell'omicidio del marito, è ancora in casa. La notizia della sua liberazione, data venerdì della Ong tedesca contro la lapidazione, è stata smentita dalla tv iraniana in lingua britannica PressTv. Sakineh è stata portata nella sua abitazione solo per realizzare un programma nel quale ha ammesso di aver ucciso il marito.

 

Durante la registrazione, che andrà in onda venerdì sera, la donna avrebbe anche ricostruito la dinamica dei fatti. Con il figlio di Sakineh era stato arrestato anche l'avvocato Javid Hutan Kian. Entrambi considerati colpevoli di aver rilasciato un'intervista a due giornalisti tedeschi, finiti anche loro in manette con l'accusa di spionaggio.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -