Iraq, appello di Al Maliki: "cancella il debito"

Iraq, appello di Al Maliki: "cancella il debito"

Iraq, appello di Al Maliki: "cancella il debito"

"Cancella il debito". E' un antico ritornello di un brano di Lorenzo Jovanotti, ma anche l'appello arrivato da Nuri Al Maliki, il premier iracheno che alla Conferenza sulla ricostruzione che si tiene a Stoccolma si è rivolto ai paesi occidentali e non solo affinchè sostengano la ricostruzione anche attraverso l'eliminazione dei debiti.

 

"L'Iraq non e' un Paese povero, possiede grandi risorse umane e materiali", ha ricordato al Maliki ai capi della diplomazia dei paesi riuniti a Stoccolma; tuttavia il premier ha fatto presente che i debiti "ostacolano il processo di ricostruzione".

 

A Stoccolma è presente anche Ban Ki Moon, il segretario generale dell'Onu, che ha lodato il lavoro fatto dal governo iracheno per "i progressi rilevanti" per la crescita del paese dopo i danni subiti con la guerra e sottolineato il fatto che oggi per l'Iraq si può parlare di "speranza".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -