Iraq, Bush strappa il sì del Congresso al rifinanziamento della missione

Iraq, Bush strappa il sì del Congresso al rifinanziamento della missione

WASHINGTON – Alla fine George Bush ce l’ha fatta: le truppe americane restano in Iraq, a tempo indeterminato. Il presidente Usa è riuscito, infatti, a strappare il voto favorevole del Congresso al rifinanziamento della missione in Iraq, senza date vincolanti per il ritiro dei soldati.


“I democratici non interromperanno i loro sforzi per cambiare il corso della guerra – ha spiegato il leader dei Democratici al Senato, Harry Reid - fino quando un numero sufficiente dei repubblicani si unirà a noi nel rifiutare la politica fallimentare del presidente Bush o avremo un nuovo presidente".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tra i senatori che si sono comunque opposti al rifinanziamento della missione, ci sono i principali candidati democratici, Hillary Clinton e Barack Obama, entrambi in lizza per essere i candidati democratici alla Casa Bianca.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -