Iraq, rivelazioni shock di Wikileaks: 109mila morti

Iraq, rivelazioni shock di Wikileaks: 109mila morti

Nuovi terribili rivelazioni sul reale bilancio della guerra in Iraq dal sito Wikileaks, che ha diffuso 400mila documenti segreti su torture e uccisioni di civili nel paese mediorientale. Dalla più corposa fuga di notizie della storia americana, è emersa una fotografia imbarazzante per Washington: violenze, abusi e vittime innocenti. Secondo i documenti, la guerra ha fatto almeno 109mila vittime, tra il marzo 2003 e la fine del 2009, il 63% delle quali civili.

 

Solo rari gli interventi delle truppe Usa per fermare le torture. Altre 15mila persone hanno perso la vita in incidenti di cui finora non si era saputo nulla e per i quali nella maggior parte dei casi la responsabilità ricade sulle truppe irachene. Documentate anche torture sistematiche sui detenuti da parte dei militari di Baghdad, senza che ci fosse un intervento degli Stati Uniti.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -