Iraq, sangue nel giorno dell'Ashura

Iraq, sangue nel giorno dell'Ashura

BAGHDAD – Nuova carneficina in Iraq, nel giorno della festa sciita dell’Ashura che celebra il martirio dell'imam Hussein e di 70 suoi compagni nella battaglia del 680 nei pressi della citta' meridionale irachena di Kerbala.


Decine di fedeli, si parla di una quarantina, sono stati uccisi in tre differenti attentati avvenuti in differenti località dell’Iraq. Il più cruento degli attacchi è avvenuto una moschea a Baladruz, nella zona di Dur Mandali, a 80 km a Nord-Est di Baghdad, dove un kamikaze si è fatto esplodere uccidendo almeno 23 persone e ferendone una sessantina.


Nella stessa regione, a Khaneqin, una localita' a circa 170 km a Nord-Est di Baghdad nei pressi del confine con l'Iran, sono invece state uccise almeno otto persone.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Infine è di almeno quattro morti e sei feriti il bilancio di un attacco avvenuto a Baya, nella zona meridionale della capitale, dove diversi quartieri sciiti, tra cui Sadr City, sono stati bersagliati a colpi di mortaio. Le vittime, tutte civili, sarebbero molte di più.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -