Israele continua la guerra: "Non è il momento di fermarsi"

Israele continua la guerra: "Non è il momento di fermarsi"

Israele continua la guerra: "Non è il momento di fermarsi"

La guerra in Medio Oriente non si fermerà in tempi brevi. Non c'è alcun segnale positivo che possa far prevedere una tregua in tempi brevi, a cominciare dalla sordità agli appelli di tutta la comunità internazionale da parte di Israele. Il primo ministro israeliano Ehud Olmert ha affermato che "non e' il momento di fermare l'offensiva" militare lanciata sulla Striscia di Gaza, secondo quanto riferisce il sito web Ynet. L'obiettivo è "una soluzione duratura e non un tampone".

 

Ministri arabi contro Abu Mazen. Critiche al presidente di Anp Mahmud Abbas (conosciuto anche come Abu Mazen) arrivano dalla riunione di emergenza dei ministri degli Esteri dei paesi arabi, convocata al Cairo per discutere della situazione nella Striscia di Gaza. "E' il presidente di tutti i palestinesi, ha piu' di una voce", ha sottolineato il segretario generale della Lega araba Amre Mussa, spiegando di non comprendere perche' Abbas assista passivamente alla brutale aggressione dell'esercito israeliano.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Medici senza frontiere nella Striscia di Gaza. Dopo quattro giorni di attacchi aerei sulla Striscia di Gaza, il primo camion carico di materiale sanitario e di medicine e' entrato nella Striscia, e due team di Medici senza frontiere (Msf) stanno visitando i feriti negli ospedali sovraffollati per l'afflusso di persone. Lo rende noto la stessa organizzazione internazionale di camici bianchi, da decenni presente nella zona.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -